lunedì 25 aprile 2016

A chi (le cover che non ti aspetti)

Bentornati a "le cover che non ti aspetti", la rubrica che si occupa di scovare l'origine di decine e decine di brani di successo. Oggi vi parlerò di una famosissima canzone interpretata da Fausto Leali, "A chi", e lanciata sul mercato nell'ormai lontano 1967.
E se vi dicessi che si trattò, anche in questo caso, di una cover?

immagine da soulfunkdance.com

Nel 1954 uscì negli Stati Uniti "Hurt", firmata dal cantante afroamericano Roy Hamilton


Roy Hamilton - Hurt (1954)

Il pezzo si classificò ottavo nella chart Billboard dedicata all'R&B.
Nel 1961 uscì la versione di Rosemarie Timoteo Aurro, interprete di origini italiane (i suoi genitori erano di Rocchetta a Volturno - Molise) ma conosciuta nel paese delle stars and stripes con lo pseudonimo di Timi Yuro.


Timi Yuro - Hurt (1961)

All'italoamericana andò meglio, conquistando la quarta posizione della Billboard Hot 100.
Seguì nel 1966 la cover dei Little Anthony & The Imperials, che si fermarono al cinquantunesimo posto della classifica generale americana.


Little Anthony & The Imperials - Hurt (1966)

Un anno più tardi arrivò finalmente la versione italiana di Fausto Leali, inserita nell'album "Fausto Leali e i suoi Novelty", che manteneva la melodia originale affiancata ad un testo scritto da Mogol.



Fausto Leali - A chi (1967)

La canzone arrivò al secondo posto della classifica italiana, vendendo "milioni di copie in tutto il mondo" (fonte: musictory.it)
Ma la fama del pezzo non si interruppe: ne esiste una versione del 1975 realizzata dai Manhattans.


Manhattans - Hurt (1975)

Di questo brano esiste addirittura un'interpretazione di Elvis Presley, datata 1976, un anno prima della sua morte.


Elvis Presley - Hurt (1976)

Ma se (come il sottoscritto) preferite il sound pop anni '80, tutto sassofoni e drum machine, ecco la versione del 1988 realizzata da Peabo Bryson.


Peabo Bryson - Hurt (1988)

E per concludere, ecco "Hurt", con il testo italiano di Mogol, affidata alla voce di Francesco De Gregori.



Francesco De Gregori - A chi (2012)

Nino Baldan


  

Nessun commento:

Posta un commento

Share This

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...