venerdì 6 marzo 2015

Tom Hooker (artisti Italo Disco nella dance '90/2000)

Per il quarto appuntamento con la nostra rubrica dedicata alla parentesi dance degli artisti Italo Disco, tornerò ancora una volta a parlare del cantante americano Tom Hooker.


Di Thomas Hooker (grande amico del Blog) ho già ampiamente trattato in passato, raccontando del suo ruolo come voce di Den Harrow in ben due album, nonché come autore di numerosi brani per se stesso e per altri, insieme all'inseparabile musicista Miki Chieregato. Senza dimenticare il suo recente coinvolgimento nel progetto Tam Harrow.

Terminati gli anni '80 ed esauritasi il filone Italo Disco, nel 1992 pubblicò con la Baby Records l'album "Get it out", dando vita insieme ai fratelli Paolo e Gianni Visnadi al progetto Elastic Band, con sede all'interno dello "Studio 77" di Mestre (VE). Dall'LP fu estratto "Everybody's talkin'", reinterpretazione dell'omonimo pezzo di Harry Nilsson del 1969.


Elastic Band - Everybody's talkin' (1992)

Seguita da "If you leave me now", cover di un brano dei Chicago del 1976.


Elastic Band - If you leave me now (1992)

Il terzo singolo estratto fu "The sound of silence", brano del 1964 portato al successo da Simon & Garfunkel, che sono riuscito a trovare soltanto nel Pianopella Mix, seconda traccia del disco.


Elastic Band - The Sound of Silence (1992)

Nello stesso anno diede vita con il dj Joe T. Vannelli, al progetto house denominato Cool Jack, inaugurato dal pezzo "Just Come", ricco di accordi dissonanti secondo la moda del momento. Nei credits troviamo Tom Hooker accreditato come Tom Hook.


Cool Jack - Just Come (1992)

Seguito l'anno dope da "Try the feeling"


Cool Jack - Try the feeling (1993)

Il terzo singolo del progetto, intitolato "Get me going", venne lanciato sul mercato soltanto nel 1995.


Cool Jack - Get me going (1995)

Nel 1993 Tom Hooker pubblicò come David Harleyson "In the summer time", cover del mezzo del 1970 die Mungo Jerry, accompagnata da un riff di sassofono molto simile a quello present in "All that she wants" degli Ace of Base.


David Harleyson - In the summertime (1993)

Sempre nello stesso anno uscì il duetto con Celeste Johnson (famosa per la sua "Hey Boy" del 1987), intitolato "Weekend", realizzato da Angelino Albanese.


Hooker & Johnson - Weekend (1993)

Nel 1994 riecco gli Elastic Band, con "Love is life", uno dei brani "novantini" più apprezzati da Tom Hooker, sebbene non godette dell'adeguato push discografico (come dichiarato dal cantante in questa intervista). Il pezzo fu registrato come di consuetudine al "77 Studio" di Mestre (VE), nel cui video appariva anche Suzanne Berquist, sua futura moglie.


Elastic Band - Love is life (1994)

Seguito da "Running up that hill", cover dell'omonima canzone di Kate Bush del 1985.


Elastic Band - Running up that hill (1994)

Nello stesso anno uscì "Ventura highway", reinterpretazione del pezzo degli America del 1972.


Elastic Band - Ventura highway (1994)

L'ultimo brano inciso da Tom Hooker prima di lasciare l'Italia fu "Runaway", pubblicato per la One Way Records (sussidiaria della SAIFAM di Mauro Farina), che già nel titolo e nel testo faceva presagire di lì a poco quali sarebbero state le sue azioni: correre via.

Tom Hooker - Runaway (1994)

Il cantante abbandonò completamente il mondo della musica per trasferirsi negli Stati Uniti insieme alla moglie Suzanne, dove cambiò nome in Thomas Barbèy e iniziò una seconda e altrettanto proficua carriera come fotografo surrealista, dando vita ad opere come questa:


Nino Baldan

Metti "mi piace" alla Pagina Facebook del Blog per rimanere sempre aggiornato! 


Gli altri post sugli artisti Italo Disco nella dance '90/2000

Ken Laszlo (25/02/2015)

A.C. One (01/02/2015)

Safeway (25/01/2015)

Nessun commento:

Posta un commento

Share This

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...