mercoledì 19 novembre 2014

Stéphanie di Monaco (non sapevo avessero fatto Italo Disco)


Bentornati all'appuntamento con la rubrica che va a scovare il passato dance anni '80 di numerose celebrità, oggi è la volta della principessa Stéphanie di Monaco, all'anagrafe Stefania Maria Elisabetta Grimaldi, figlia di Ranieri III e Grace Kelly, sorella di Alberto e Carolina.

Tutto nacque nel febbraio del 1986, quando il compositore Romano Musumarra, scrisse un brano intitolato "Ouragan" per la francese Jeanne Mas, con la quale aveva già collaborato. Il testo era di Marie Léonor. La cantante però rifiutò, ed il brano venne affidato alla Principessa.

Il singolo uscì sotto l'etichetta francese Carrere, prodotto da Yves Roze, che nel 1969 sotto lo pseudonimo di Jean-François Michael aveva inciso la hit "Adieu jolie Candy".
Di "Ouragan" venne incisa anche una versione in inglese, intitolata "Irresistible", con il testo di Jack Robinson.

Il video musicale presentava un medley delle due versioni, con la Principessa inseguita da un misterioso uomo con il cappello, che si rivelerà essere l'alter ego mascolino della stessa Stéphanie.

Stéphanie - Ouragan (1986)

Il brano rimase nelle classifiche francesi ber ben 29 settimane, di cui 10 al numero uno, in Germania arrivò invece alla seconda posizione.
Ben 2 milioni di dischi furono venduti in tutto il mondo, dei quali la metà nel paese transalpino.

Spinta dal successo della sua prima canzone, Stéphanie di Monaco fece uscire l'album "Besoin", dal quale fu tratto il secondo singolo, "Flash", composta sempre da Romano Musumarra, stavolta coadiuvato da Roberto Zanelli e Michel Jouvenaux, che scrisse anche il testo francese. Uscì anche una versione in inglese intitolata "One love to give", con testo di Carol Welsman. Anche in questo caso il videoclip mescolava il brano in francese con quello in lingua d'Albione.


Stéphanie - Flash (1986)

La canzone ebbe successo, soprattutto in Svezia, dove raggiunse la prima posizione in classifica, ma in Francia non andò mai oltre il sesto posto. In Germania arrivò decima.
Sul lato B del singolo invece era incisa "Le Sega Mauricien", di Gérard Blanc e Thierry Durbet, dal sapore decisamente caraibico.


Stéphanie - Le Sega Mauricien (1986)

Nel gennaio del 1987 la cantante estrasse dall'album "Young ones everywhere", non considerato ufficialmente un singolo, ma pubblicato a favore dell'UNICEF.


Stéphanie - Young ones everywhere (1986)

Il terzo singolo ufficiale tratto da "Besoin" fu "Fleurs da mal", ancora di Romano Musumarra, della quale andiamo a vedere il video della versione inglese "I'm waiting for you".


Stéphanie - I'm waiting for you (Fleurs da mal) (1986)

Il quarto ed ultimo singolo estratto fu "Live your life", scritta da Gérard Blanc con il testo di Lesley Jayne.


Stéphanie - Live your life (1986)

Successivamente Stéphanie di Monaco si trasferì a Los Angeles, dove nel 1991 pubblicò il suo secondo album, "Stéphanie", improntato stavolta sul pop, che non ebbe un grande successo di vendite.
Partecipò lo stesso anno (non accreditata) al brano di Michael Jackson "In the closet".

Si dedicò così a fare la principessa e alle opere di carattere filantropico fino al 2006, quando cantò "l'Or de nos vies" per raccogliere fondi per la sua fondazione Fight AIDS.

Nino Baldan


Gli altri post "non sapevo avessero fatto Italo Disco"

Alba Parietti (15/11/2014)

Milva (08/11/2014)

Mal (12/11/2014)

Nessun commento:

Posta un commento

Share This

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...