mercoledì 1 ottobre 2014

Tutta mia la città (le cover che non ti aspetti)

Rieccoci con la rubrica dedicata ai grandi successi della musica italiana che in realtà sono cover di canzoni straniere!


Oggi parlerò per la terza volta dell'Equipe 84, e di un loro brano del 1969 che ha fatto la storia del gruppo insieme a "Io ho in mente te" e "Un angelo blu" (entrambe cover); sto parlando di "Tutta mia la città".

Era il 1968, ed il gruppo inglese The Move fece uscire "Blackberry way", scritta è composta dal loro leader Roy Wood. La canzone si classificó prima nella classifica del Regno Unito.

Blackberry way - The Move (1968)

L'anno successivo fu la volta della versione italiana dell'Equipe 84, con testo scritto da Mogol. Come precedentemente detto, i membri della band ricoprirono egregiamente il ruolo di selezionatori e importatori di brani esteri che in Italia non sarebbero mai stati ascoltati dal pubblico di massa.

Tutta mia la città - Equipe 64 (1969)

Curiosa infine la cover del 2007 di Giuliano Palma & The Bluebeaters contenuta nell'album Boogaloo, che oltre a ripercorrere il testo italiano, sul finale citano l'originale, cantando il ritornello in inglese.


Tutta mia la città - Giuliano Palma & The Bluebeaters (2007)

Nino Baldan


Le altre cover che non ti aspetti

Un angelo blu (29/09/2014)

Io ho in mente te (21/09/2014)

Alta marea (12/09/2014)

Gli spari sopra (07/09/2014)

Datemi un martello (05/09/2014)

Nessun commento:

Posta un commento

Share This

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...